All’ ITIS “E. Scalfaro” si ricevono i Satelliti Meteo Americani della famiglia “NOAA”




immagine ripresa dal satellite NOAA 15 il 13/luglio/2010 alle ore 5:45

Durante il corso pomeridiano “ITISEDUSAT 2010” con l’ ing. S. Lopes abbiamo collaudato ed installato, nel Laboratorio Sistemi della sezione Informatica, una stazione di ricezione delle immagini meteo trasmesse dai satelliti polari americani della famiglia NOAA.
La  stazione consta:
1) di una antenna omnidirettiva preamplificata in banda VHF del tipo a dipolo incrociato;
2) di un ricevitore satellitare analogico operante nella banda FM 137-138 MHz , il cui segnale demodulato e convertito in banda base è collegato alla   scheda audio di un PC.
3) di un certo numero di softwares gratuiti, tra cui: WxToImg e Gpredict.
La stazione è perfettamente funzionante e le immagini inviate dai satelliti e ricostruite sui nostri computers hanno consentito di realizzare, per la prima volta in questo ambito, delle esercitazioni altamente stimolanti.
I satelliti meteo NOAA che orbitano attorno alla terra in orbite polari basse (800-900 Km circa )inviano continuamente immagini  sia in analogico ( Automatic Picture Transmission ) che in digitale. Poiché ci sono sempre diversi satelliti attivi ( al momento risultano operativi NOAA15, NOAA18 e NOAA19 ), le immagini possono essere acquisite  in tempo reale  ogni 3-6 ore circa. I radiometri ( sensori ) a bordo dei satelliti operano sia nel campo della luce visibile che nell’ infrarosso. Pertanto, anche durante la notte i satelliti inviano i dati relativi alle nuvole ed alle diverse temperature delle zone sorvolate. L’ utilizzo di opportuni softwares consente di ricostruire  immagini, e animazioni meteo a colori per un certo lasso temporale, del tutto analoghe a quelle che ci vengono proposte nelle trasmissioni televisive che trattano di previsioni meteorologiche.
Molteplici sono le  ragioni per installare una propria stazione meteo, ma una cosa è certa: solo la ricezione diretta da satellite fornisce informazioni accurate e in tempo reale della situazione meteo ovunque ci si trovi. La nostra stazione può essere installata anche a bordo di una nave. Si tratta quindi di un importante strumento per la pianificazione di quelle attività che dipendono fortemente dal tempo meteorologico e che permette di evitare pericoli e/o eventuali danni. Soprattutto nelle situazioni o nelle regioni della terra, in cui altre fonti di informazione meteo possono fallire o addirittura non essere presenti. La ricezione satellitare diretta è da considerarsi uno strumento  affidabile, facile da usare ed altamente istruttivo.
Gli studenti che hanno frequentato il corso hanno imparato tra l’ altro a configurare e ad utilizzare i softwares per l’ individuazione delle orbite, la predizione dei passaggi dei satelliti e quelli per la ricostruzione delle immagini. Nel corso del prossimo anno scolastico si prevede di porre in automatico sul sito della scuola le immagini catturate e ricostruite, cosicchè chiunque e dovunque si trovi potrà consultarle mediante un semplice accesso al nostro sito.